Uras

Sequestra discarica interrata a Bosa

Ha scaricato sul terreno della sua azienda destinata a centro ippico, 1.000 metri cubi di rifiuti provenienti da demolizioni edili. È quanto hanno scoperto gli uomini del Corpo forestale che hanno sequestrato una discarica intererrata in località "Sos Leperes", nelle campagne di Bosa, intestato a un 71enne di Macomer, titolare del centro ippico. Le indagini sono partite a seguito di una segnalazione su un trasporto di rifiuti a bordo di camion che si muovevano tra Alghero e Bosa. I detriti, da quanto appurato, provenivano dal rifacimento di un complesso edilizio nella periferia di Bosa, di proprietà del 71enne. Secondo l'accusa, i rifiuti venivano trattati alla stregua di terre e roccia da scavo, mentre si trattava di macerie, spezzoni di tubi in pvc, tubi in poliuretano, frammenti di laterizi, piastrelle, tubi in corrugato e grandi quantità di potature e tronchi di palma, depositati nel tempo. Nell'area in cui erano stati interrati, sottoposta a vincoli ambientali e paesaggistici, sarebbero stati effettuati più interventi di "trasformazione", privi però di qualsiasi autorizzazione: era stata realizzata un'area destinata a parcheggio interrando rifiuti anche speciali. I permessi, invece, erano stati concessi solo per la realizzazione di un parcheggio con l'eliminazione della vegetazione infestante e del livellamento del terreno. Il 71enne avrebbe così violato le norme ambientali e quelle di natura urbanistica e paesaggistica. L'uomo rischia una condanna da 6 mesi a due anni o un'ammenda fino a 26mila euro per lo smaltimento illecito di rifiuti speciali, fino a due anni di arresto invece o ammenda fino a 51mila euro per aver eseguito lavori in assenza di autorizzazione paesaggistica.(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie